I miti della skin care routine coreana

I miti della skin care routine coreana

La skincare routine coreana ha ottenuto un enorme successo negli ultimi anni, estendendosi al di là dei confini del sud-est asiatico e rivoluzionando il mercato globale della cura della pelle. In quelle regioni, la bellezza è un autentico rituale, una questione culturale. La pratica comune di stratificare prodotti specifici per prevenire eventuali problematiche, in particolare le rughe, ha contribuito a diffondere l'ossessione per la "glass skin," la pelle liscia, luminosa e chiara come il vetro, offrendo un'ispirazione significativa per trasformare il nostro approccio alla skincare.

I 10 step della skincare coreana sono ampiamente noti, ma il vero cuore della beauty routine coreana è racchiuso in quattro step: doppia pulizia, tonico e siero.  Può essere adottata come esempio o come fonte di ispirazione su come migliorare la pelle del viso. 

In alternativa, può essere seguita rigorosamente, soprattutto per chi desidera sperimentare un trattamento anti-invecchiamento e rigenerante più profondo, particolarmente utile per prevenire la disidratazione e la secchezza.

Ma quando si mette il contorno occhi? Si mette prima la crema o il siero? Quando usare il tonico? Vediamo nel dettaglio gli step della skincare routine coreana e troveremo tutte le risposte:

  1. Il primo passo della skincare coreana è la pulizia del viso che prevede l'utilizzo di un detergente a base oleosa. La pratica della doppia detersione, derivante dalla tradizione coreana, inizia quindi con un prodotto a base di olio. Questo detergente agisce per affinità, sciogliendo trucco, impurità, sebo e oli accumulati sulla pelle, nonché i residui di prodotti applicati precedentemente, inclusi i filtri solari. 
  2. Successivamente, si passa al detergente schiumogeno a base acquosa, che completa il processo eliminando ogni eventuale traccia dell'olio usato nello step precedente.
  3. Ora che la pelle è completamente pulita, ed è pronta per il terzo step: l'esfoliazione. Tuttavia, è consigliabile evitarla quotidianamente e limitarla a un massimo di un paio di volte a settimana per rigenerare la pelle senza aggredirla o indebolirla. 
  4. Dopo l'esfoliazione, la pelle potrebbe aver perso il suo equilibrio, e questo viene prontamente ripristinato al suo stato ottimale con il quarto step che prevede l’uso del tonico
  5. Il tonico è seguito da un prodotto poco diffuso in Occidente: l'essenza. Solitamente a base di ingredienti fermentati, è un ibrido tra tonico e siero, che idrata e protegge la pelle.
  6. Al sesto step, troviamo il trattamento, che può essere un siero o un booster altamente concentrato e specifico per il tipo di pelle e le esigenze personali (antiacne, seboregolatore, antirughe, idratante, ecc.). [LINK luminous skin] 
  7. Il settimo step prevede l’applicazione della maschera. E’ il momento necessario da dedicare al relax completo. Si tratta di uno step che dona alla pelle la perfetta armonia. Va mantenuta in posa per circa una ventina di minuti e utilizzata solo quando la pelle ne ha bisogno.
  8. L’ottavo step del percorso è dedicato al contorno occhi, spesso trascurato, ma che essendo molto delicato richiede particolare idratazione e protezione. 
  9. Il penultimo step è l’applicazione della crema idratante che sigilla gli strati precedenti, mantenendo l'idratazione e asciugando la pelle, agevolando l'assorbimento di tutti i prodotti. 
  10. Il decimo e ultimo passaggio, da eseguire esclusivamente al mattino, è essenziale per la skincare coreana: la protezione solare. Anche se in molte regioni del mondo siamo ancora restii a comprenderne la necessità durante tutto l'anno, sempre più persone stanno adottando questa pratica fondamentale per proteggersi dai danni causati dal sole. E’ il miglior modo per prevenire le rughe!

Se la beauty routine coreana, così complessa, non regge i tuoi ritmi frenetici, puoi scegliere la beauty routine minimal utilizzando cosmetici che facilitano la vita, che in poche semplici mosse detergono e rimpolpano, che puliscono e tonificano, che trattano e proteggono la pelle.

Owlystic Skincare Basic Set: Siero Crema e Contorno occhi e labbra

La Skincare è un fondamento inevitabile

Il punto di partenza essenziale è comprendere che nessun trucco può sostituire una skincare adeguata. Sia che si tratti di una pelle giovane o matura, idratare, nutrire e detergere sono pratiche imprescindibili che inevitabilmente influenzano il risultato del make-up. Iniziare con una base solida è sempre una mossa vincente, poiché riduce la necessità di trucco e semplifica il processo.

Lascia un commento

Tieni presente che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.